MAPUCHE

Genio diverso, millantatore del troppo “noto” che ci circonda, Enrico Lanza è Mapuche.

Mapuche ti schiaffeggia senza alcuna pietà brano dopo brano, ti rende schifosamente partecipe di racconti cinici ed amari. Mapuche FA MALE, crea dipendenza … MALEDETTO MAPUCHE!

Un’ ombra che compare quando meno te lo aspetti e ti fa cantare a squarciagola ritornelli rancorosi, prendere a pugni l’aria, inventare mostri… MALEDETTO MAPUCHE!

Il Sottosuolo, il nuovo album, in uscita il 28 Aprile su etichetta Doremillaro /Bandbackers, prodotto da Cesare Basile, è uno di quei dischi che consumerai e maledirai all’infinito perchè ti sbatterà a terra, perchè avresti voluto scriverlo tu, perchè non riuscirai a smettere di ascoltarlo, perchè è ONESTO e questa onestà al giorno d’oggi, diciamolo, è DISARMANTE… MALEDETTO MAPUCHE!

Era il 2008 quando in una stanza Enrico Lanza crea Mapuche. Chitarre scordate, una voce piena di ragni, di granchi, di rane e altre cose un po’ strane.

Nel 2011 viene pubblicato il primo EP “Anima Latrina”, edito da Doremillaro (sb) Records. Segue “L’uomo nudo” album edito da Viceversa Records e prodotto da Lorenzo Urciullo (Colapesce).

Nel 2014 è la volta di un altro EP “Compreso il cane” prodotto da Viceversa Records, registrato al Waterbirds Studios da Tony Carbone, cinque outtakes viscerali registrate con pochi arrangiamenti. Nel 2015 esce “Autopsia”, sempre per Viceversa Records, produzione artistica affidata ad Alessandro Fiori, registrato tra la Toscana e la Sicilia, disco molto intimo che registra un cambiamento di scrittura e temi più sofferti e meno ironici. Enrico Lanza è coinvolto anche in altri progetti musicali della scena catanese, come Bestiame e Gurkha.

 

Dicono di lui :

“Di Mapuche tutto si può dire in fondo, ma una cosa non la si può negare: ha personalità.” – Rockit

“Lanza snocciola un saggio di disinibita maestria nella revisione degli stereotipi, veicolo (simbolo) di un blocco interiore da demolire, sbrigliando voce e

arrangiamenti, accordando i comprimari come in una libera uscita” – Ondarock

“No,Mapuche credimi: davvero tu non fai schifo al cazzo, sei acqua limpida, è tutto il resto che sa di marcio.” – Impatto Sonoro